Promuoviamo il benessere dei nostri collaboratori

Investiamo in iniziative volte a migliorare il benessere e la motivazione dei lavoratori nonché facilitare il bilanciamento e l'integrazione dei tempi di vita e di lavoro. 

Welfare aziendale
Oltre a quanto previsto dai contratti collettivi, dal 2015, tutti i dipendenti a tempo indeterminato fruiscono di un sistema di welfare aziendale che fornisce loro la possibilità di scegliere benefit in diversi ambiti: salute, benessere, pensione, educazione, viaggi, mobilità ed assistenza.
In particolare, di recente abbiamo privilegiato una piattaforma locale che implementeremo sempre di più con fornitori di prossimità che rispondano a caratteristiche di sostenibilità. 
Wellness aziendale
Il progetto Emil + si affianca al welfare aziendale proponendo vari interventi atti a promuovere e migliorare la salute e il benessere dei dipendenti.
L’ obiettivo principale del progetto è rispondere alle esigenze specifiche dei lavoratori in modo molto concreto, sostenendo il work-life balance. Alcuni servizi promossi:
  • consegna pacchi: in ogni sede di lavoro è stato predisposto uno spazio ad hoc per la consegna/ritiro dei pacchi personali dei dipendenti da corrieri esterni;
  • lavanderia aziendale: mettiamo a disposizione un servizio di consegna e ritiro gratuito sul luogo di lavoro di capi da lavare, stirare o riparare;
  • food wellness: nella sede della Banca è stata ridisegnata l’area ristoro introducendo distributori che offrono prodotti biologici, gluten-free, vegani e salutari, per incentivare ad adottare uno stile di vita sano;
  • mercatino solidale aziendale [quello contadino non c'è più]: periodicamente promuoviamo dei mercatini rivolti principalmente ai collaboratori con prodotti artigianali e contadini per sostenere le piccole realtà, in particolare non profit, del nostro territorio.
Smart working

Il lavoro agile è presente nella nostra Banca dal 2018; durante l’emergenza sanitaria è stato fortemente potenziato con l’obiettivo di ampliarlo ulteriormente ad altri collaboratori.

Attraverso il ricorso allo smart working vogliamo attribuire ai dipendenti interessati maggiore flessibilità nella scelta del luogo in cui viene svolta la prestazione lavorativa.

Ne hanno usufruito, ad oggi, tutti i collaboratori che lavorano nelle sedi centrali estendendolo anche in via sperimentale alle filiali più grandi.

Nel 2021 i collaboratori coinvolti sono passati da 70 a oltre 270 (il 40% del totale).

Nell'ottica di fare dello smart working uno strumento sempre più strategico per promuovere l'innovazione al nostro interno e contribuire a farne  anche una leva per lo sviluppo sostenibile del territorio bolognese aderiamo al protocollo d'intesa interaziendale nato dal Tavolo SmartBO.