Rapporto Sociale 2016

Banca Territorio
Rapporto Sociale 2016

Nonostante la fusione abbia avuto un avvio effettivo a decorrere dal 1° aprile 2017, ha condizionato fortemente il contesto operativo del 2016.

Per queste ragioni, restituire ai nostri stakeholder un quadro dell’impatto economico e sociale che la nostra cooperativa ha prodotto nell’esercizio 2016, attraverso la redazione del consueto bilancio sociale (che da ben quindici anni realizziamo), ci sembrava riduttivo, anche perché avremmo posto in essere un resoconto forse utile ma poco identificativo dell’attuale realtà di Emil Banca.

Per questo abbiamo deciso di costruire, per quanto possibile, una rappresentazione delle due realtà come se fossero già state unite alla fine del 2016; sopperendo alla diversa disponibilità informativa delle due banche, in termini di rendicontazione sociale, grazie alla maggiore sintesi di questo documento.

Il quadro che ne esce è dunque un esercizio di intenti: abbiamo voluto rendere l’idea di quale impatto, in particolare dal punto di vista sociale, sia stato generato nell’anno trascorso in riferimento ai principali stakeholder. 

Ovviamente si tratta di una mera somma di aggregati e di iniziative, che però crediamo possano offrire una visione sufficientemente chiara del valore prodotto dalle due Bcc, e di quanto esse siano state un punto di riferimento forte all’interno dei territori e per la nostra gente, una reale testimonianza di come fare banca secondo i principi della democrazia e solidarietà economica continui a rivelarsi un efficace antidoto alla sfiducia.

Rapporto Sociale 2016
16/10/2017

News

Il campione di sciabola era presente alla consegna dei riconoscimenti Emil Banca a 73 studenti che nel corso del 2019 si sono laureati o diplomati con il massimo dei voti

Emil Banca, Coldiretti Emilia Romagna e La Bcc 
hanno siglato un accordo da 20 milioni di euro
 per finanziarie a basso costo le imprese agricole danneggiate

Fino al 28 ottobre è attiva la call di Battiti, il progetto che Emil Banca e Kilowatt dedicano alle start up della regione che vogliono trasformare in impresa le loro idee di successo. 

Alle tre realtà che verranno selezionate sarà offerto un percorso formativo gratuito di sei mesi.

Giovedì 26 settembre sarà presentato Sulle tracce dell’indefinito