Consegnati i premi allo studio Emil Banca Camellini e Neri con gli studenti migliori

Banca Giovani
Consegnati i premi allo studio Emil Banca Camellini e Neri con gli studenti migliori

Le eccellenze dello sport regionale hanno premiato le eccellenze del futuro.

Nella bellissima ed evocativa cornice del Museo Enzo Ferrari di Modena, il presidente di Emil Banca, Giulio Magagni, e il direttore generale, Daniele Ravaglia, accompagnati dalla campionessa paralimpica, Cecilia Camellini, e dal talento della scherma mondiale, Matteo Neri, hanno consegnato i riconoscimenti agli studenti soci Emil Banca (o figli di soci) che durante il 2017 si sono diplomati o hanno conseguito la laurea Magistrale con il massimo dei voti.

Gli studenti premiati sono stati 65, provenienti da tutte le provincie di competenza della Banca (25 da Bologna, 30 da Reggio Emilia, 5 da Modena, 1 da Ferrara e 2 da Mantova).

Ai 21 diplomati col massimo dei voti è stato consegnato un premio dal valore di 500 euro mentre ai 44 laureati con almeno 110 è stato consegnato un premio da 700 euro.

La serata, aperta da un intervento del presidente Magagni sullo stato della Banca dopo le tre fusioni andate in porto durante il 2017, ha avuto come evento centrale la chiacchierata tra il direttore Ravaglia e i due atleti che, oltre a rappresentare l’élite dello sport regionale, sono entrambi soci Emil Banca.

Cecilia Camellini, modenese classe 1992, ha al collo ben 7 medaglie paralimpiche (due d’Oro) conquistate in tre diverse edizioni e nel 2018 inizierà a collaborare con Emil Banca. Matteo Neri, bolognese classe 1999 (figlio e nipote di soci Emil Banca), è il talento emergente della scherma mondiale. Tesserato per la Virtus Scherma Bologna (come Aldo Montano), con cui Emil Banca ha stretto un accordo di sponsorizzazione, nel 2016 ha completato l'impresa di vincere in pochi mesi i titoli italiano, europeo e mondiale nella sciabola cadetti e da poche settimane è diventato il primo testimonial nella storia ultra-centenaria di Emil Banca.

28/11/2017