Grand Tour 2019

Territorio
Grand Tour 2019

GRAND TOUR EMIL BANCA 2019 PIANURA BOLOGNESE

LA TERZA DI QUATTRO DOMENICHE PER INNAMORARSI DELLA NOSTRA REGIONE

Visite guidate, trekking, laboratori nella natura: domenica 15 SETTEMBRE, 18 attività per scoprire i tesori della Pianura bolognese

 

Sono 18 le iniziative che compongono il ricco programma della terza tappa del Grand Tour Emil Banca – Il cuore nel territorio, che coinvolge sette comuni della Pianura bolognese e che si terrà il prossimo 15 settembre.

Da una passeggiata nella natura dell’Area di Riequilibrio Ecologico di Baricella all’immancabile visita al Castello e Palazzo Rosso di Bentivoglio, da un laboratorio per i più piccoli fra i dipinti della Quadreria del “Ritiro di S. Pellegrino” di Argelato, a un’escursione su due ruote tutta da scoprire.


Il terzo appuntamento di Grand Tour Emil Banca prevede tantissime attività dedicate alla natura, alla storia e alle eccellenze imprenditoriali.
 

Piazzetta Betlemme - San Giovanni in PersicetoAd Argelato, la Quadreria del Ritiro di San Pellegrino sarà nuovamente una delle tappe da non perdere ma con una sorpresa per i più piccoli, mentre Villa Beatrice sarà protagonista di un’interessante Biennale d’Arte.
Baricella sarà ancora protagonista con una mostra d’arte ospitata da Nella Tessuti, un’eccellenza nel settore tessile, e un’escursione nell’Area di Riequilibrio Ecologico. Bentivoglio ritorna con i suoi magnifici Castello e Palazzo Rosso, con un’inedita visita guidata con raccolta nel Pomario del Museo della Civiltà Contadina e uno speciale itinerario per vivere la Pianura su due ruote. La Rocca e il centro storico di Minerbio saranno nuovamente visitabili così come non mancherà una tappa all’azienda Funghi Valentina, tra le mete più apprezzate lo scorso anno.
Il Grand Tour Emil Banca ci porterà poi alla scoperta di Sala Bolognese: non solo una passeggiata per famiglie all’Ecomuseo dell’acqua, ma anche una visita guidata alla storica Basilica Romanica, all’atelier e al “parco delle sculture” dei due noti scultori Nicola Zamboni e Sara Bolzani, mentre Gio Cars, il Museo del Giocattolo in Movimento, in occasione del primo anniversario di apertura, aderisce all’iniziativa con una visita guidata e un laboratorio davvero speciale.
Torneremo in Piazzetta Betlemme a San Giovanni in Persiceto per rivedere i colorati affreschi di Gino Pellegrini, mentre i più piccoli si immergeranno nella natura dell’Oasi La Bora con un divertente laboratorio. Ripercorreremo la storia di San Pietro in Casale visitando la Chiesa dei Santi Simone e Giuda di Rubizzano, e il Museo di Casa Frabboni con la mostra Pianura Romana. Villa, Vicus, Via.

Le attività, le visite guidate e i laboratori (alcuni gratuiti altri a prezzi convenzionati) sono aperti a tutti fino esaurimento posti. Il programma è online sul sito www.emilbancatour.it  

Grand Tour Emil Banca – Pianura bolognese vanta il patrocinio della Regione Emilia Romagna, Città Metropolitana di Bologna, Unione Reno Galliera, Unione Terre di Pianura e l’Unione Terre d’acqua.
Il programma è stato realizzato in collaborazione con Confcommercio Ascom Bologna, Bologna Welcome e l’Accademia delle Belle Arti di Bologna.
L’Organizzazione è di Laboratorio delle Idee.

Da maggio a ottobre è attivo un contest fotografico organizzato dall’Associazione Carta Bianca all'interno di "Festival Mente Locale-Visioni sul Territorio" per promuovere le bellezze dei luoghi toccati dal Grand Tour Emil Banca; in palio due premi da 300€ e 200€, il regolamento completo è su http://emilbancatour.it/foto-contest/

Dopo il primo appuntamento a Parma e dintorni, il secondo in Appennino bolognese, l’edizione 2019 di Grand Tour Emil Banca prevede altre due domeniche di attività alla scoperta dei tesori dell’Emilia: il 15 settembre nella Pianura Bolognese, per concludersi il 13 ottobre in Appennino Reggiano.

Grand Tour Emil Banca - Il cuore nel territorio, quest’anno alla sua settima edizione, è l’iniziativa dedicata alla valorizzazione dei territori nei quali la Banca opera, realizzata in collaborazione con le Istituzioni, le Unioni dei Comuni, le Associazioni di categoria, Cooperative locali, aziende, realtà no profit e i privati del territorio che a vario titolo contribuiscono al programma.

 

11/09/2019