Microcredito per la casa

Anno attivazione: 2012 - rinnovata nel 2013

Partner:

  • ASP Poveri Vergognosi
  • Auser Bologna
  • Comune di Bologna – Settore Casa

Plafond: 307.000 euro

Descrizione:
Emil Banca, in collaborazione con ASP Poveri Vergognosi, Comune di Bologna ed Auser, promuove sul territorio di Bologna un progetto di microcredito finalizzato ad intervenire  concretamente a favore delle famiglie in situazione di difficoltà economica per risolvere problematiche abitative inerenti, in particolare, l'avvio o il mantenitento di una locazione.

L'iniziativa è finalizzata anche a contrastare, attraverso credito ed educazione al risparmio, l’ampliarsi delle sacche di povertà (in particolare di nuova generazione). Infatti,  riteniamo che questa attività, attraverso un lavoro partecipativo ed in rete con le associazioni e con le istituzioni pubbliche, contribuisca effettivamente a produrre benessere sociale: dare l'accesso al credito a persone considerate non bancabili, permette loro di riscattarsi e di ritornare ad essere soggetti attivi della vita sociale ed economica del territorio.

 

Destinatari:
I piccoli prestiti possono essere erogati a persone escluse dai normali canali del credito, residenti da almeno un anno nel comune di Bologna.
È richiesto un reddito, personale o famigliare, ma non un contratto di lavoro a tempo indeterminato.
È necessario che la difficoltà economica, dovuta a problematiche relative all'avvio o al mantenimento della locazione di un'abitazione, che le persone si trovano a dover superare non sia strutturale (sovraindebiltamento).

Condizioni e caratteristiche del prestito:
Possono essere richiesti prestiti per un ammontare compreso tra 500 e 5.000 euro.
Il tasso di interesse applicato è fisso e pari al 3,25% e non ci sono altre spese a carico dei beneficiari (ad eccezione di 2,58 euro per l'invio dei documenti sulla trasparenza e di un importo pari allo 0,25% del prestito richiesto a titolo di imposta di bollo).
Le restituzioni seguono un piano di ammortamento con durata massima di 48 mesi. 
Il prestito dovrà essere garantito da una persona mediante fideiussione specifica.
In caso il richiedente non abbia un reddito fisso potrebbe essere richiesta anche la garanzia morale di un'associazione o altro ente inviante
Il prestito verrà erogato direttamente a pagamento, per almento il 70% della cifra richiesta, di spese di affitto e condominiali, utenze domestiche, chiusura morosità verso ente pubblico (con attivazione piano di rientro) o verso locatore privato, per agenzia immobiliare e/o caparra, per l'acquisto dell’arredo della casa, ecc...

Modalità di richiesta:
Per presentare la richiesta di microcredito, le persone possono rivolgersi ai servizi sociali del comune di Bologna, all'ASP Poveri Vergognosi o all'Auser (o ad altri enti invianti che verranno coinvolti) che, oltre a fornire informazioni sul progetto e sulle caratteristiche specifiche del microcredito,effettuano l’istruttoria economica.
Le richieste delle persone ritenute idonee dopo questa prima fase passano quindi ad un Comitato di credito, formato da referenti dei partner di progetto, che valuta la documentazione presentata e decide se erogare o meno i prestiti.
Una volta accordato il prestito il beneficiario ne sarà informato e prenderà accordi con la filiale di Emil Banca selezionata per firmare il contratto.

Resoconto attività 2012:
- 39 prestiti accordati per un valore complessivo di 110.971 euro 
- 35 prestiti erogati per un valore complessivo di 106.595 euro (debito residuo 95.647 euro)
- 27 richieste respinte
- 2 rinunce