I soci

Il principale vantaggio dell’essere soci della nostra Banca è quello di fare parte di una comunità fatta di relazioni fondate sui valori. Valori che, insieme, ravviviamo e rendiamo tangibili ogni giorno.

Tutti i nostri soci hanno per noi lo stesso valore in quanto persone, a prescindere dal capitale che ciascuno di loro detiene.

Chi sceglie di entrare a far parte della nostra compagine sociale fa innanzitutto una scelta di condivisione di valori, di programmi e progetti di crescita sostenibile e condivisa: come parte della nostra comunità il socio si assume l’impegno di essere parte attiva della vita della nostra cooperativa.

Con i nostri soci creiamo una relazione di reciprocità e scambio mutualistico: noi cerchiamo di dare risposte alle loro esigenze, anche di natura non bancaria, e i soci utilizzano i nostri prodotti e servizi accedendo anche ai vantaggi e alle opportunità riservate.

L’ammissione a socio è regolamentata dallo Statuto Sociale della Banca.
Possono far parte della nostra compagine sociale le persone fisiche e giuridiche di ogni tipo (regolarmente costituite), che risiedono oppure svolgono in modo continuativo la loro attività nella nostra zona di competenza territoriale. 
La domanda di ammissione si presenta presso una delle nostre filiali, il punto di contatto più immediato tra la Banca e i soci che presidia l’operatività bancaria.

La relazione con la nostra base sociale è gestita, nei molteplici aspetti in cui si sviluppa, dall’Ufficio Soci Identità e Comunicazione.
L’ufficio e formato da un gruppo di collaboratori che garantiscono accoglienza, rapidità, completezza e chiarezza di risposte ai soci: per contattarlo si può utilizzare:

News

Domenica 18 giugno 15 eventi nei comuni di Pianoro, Monzuno, Loiano, Monghidoro, 
San Benedetto val di Sambro e Monterenzio. E nei ristoranti pranzi a prezzi calmierati

I fondi sono stati consegnati al Professor Franzoni, direttore dell'Unità Operativa Neuropsichiatria Infantile del Policlinico Sant'Orsola-Malpighi

na delegazione del Master of Cooperative and Credit Union Management della St. Mary University di Halifax (Nova Scotia) ha incontrato la direzione della Bcc emiliana

Venerdì 2 giugno nell’alta valle del Savena un evento di grande suggestione che coinvolgerà Comuni e frazioni