La Banca

Siamo una Banca orientata alla responsabilità sociale e utilizziamo le risorse economiche per generare benessere e partecipare allo sviluppo dei territori in cui operiamo.

Manteniamo viva la nostra identità di cooperativa di credito locale che da sempre fa finanza reale forti dei nostri oltre 120 anni di storia e dell’esperienza delle 17 Casse Rurali ed Artigiane da cui abbiamo avuto origine.

Questo vuol dire che impieghiamo la ricchezza prodotta a favore delle famiglie e delle piccole e medie imprese affinché ritorni a essere energia per lo sviluppo dell’economia locale.

Interagiamo quotidianamente con il contesto socio-economico attraverso 84 filiali  nelle province di Bologna, Ferrara, Modena, Parma, Reggio Emilia e Mantova.

I soci  sono il nostro patrimonio più importante; sono quasi 44.000, tra persone fisiche e aziende, e con loro condividiamo una precisa idea di promozione e di sviluppo e la possibilità di mettere in pratica una relazione paritaria, basata sullo scambio mutualistico e la partecipazione.

Al servizio della nostra clientela ci sono oltre 700 collaboratori con cui condividiamo, oltre che valori, un patrimonio di esperienze, competenze e capacità. 

Abbiamo un legame con le comunità locali molto forte e radicato che si basa sul dialogo e la collaborazione con i nostri diversi interlocutori economici e istituzionali. 

Per favorire la coesione sociale e creare benessere diffuso realizziamo direttamente iniziative educative, divulgative e socioculturali, collaboriamo con numerose realtà del territorio e, attraverso la concessione di contributi, ne sosteniamo economicamente l’attività.​

News

Paola Pizzetti e Graziano Massa saranno i due vicepresidenti. Approvato il bilancio e l’adesione della Bcc al Gruppo Iccrea

Domenica a Casalecchio (Bologna) la prima Assemblea Generale dei Soci dopo la fusione con il Banco Cooperativo Emiliano eleggerà il Cda e voterà l’adesione al Gruppo Iccrea

In totale la liquidità arrivata alla Bcc dalla BCE è di 625 milioni di euro. Sarà erogata a tassi favorevoli per il sostegno dell’economia reale delle provincie di Bologna, Modena, Ferrara, Reggio Emilia, Parma e Mantova

Dal primo aprile sarà operativa una delle Bcc più importanti del Paese